# Configurazione Avanzata

Nonostante Starship sia una shell versatile, a volte devi fare qualche modifica in più in starship.toml per ottenere alcune cose. Questa pagina descrive alcune tecniche di configurazione avanzate utilizzate in Starship.

WARNING

Le configurazioni in questa sezione sono soggette a modifiche nelle future versioni di Starship.

# Comandi personalizzati di pre-prompt e pre-esecuzione per Bash

Bash non ha un framework preexec/precmd formale come la maggior parte delle altre shell. Per questo motivo, è difficile fornire hook completamente personalizzabile in bash. Tuttavia, Starship dà la limitata possibilità di inserire le tue funzioni nella procedura prompt-rendering:

  • Per eseguire una funzione personalizzata a destra del prompt prima che venga disegnato, definisci una nuova funzione e assegna il suo nome a starship_precmd_user_func. Per esempio, per visualizzare l'icona di un razzo prima del prompt, si può usare il codice seguente
function blastoff(){
    echo "🚀"
}
starship_precmd_user_func="blastoff"
  • Per eseguire una funzione personalizzata prima dell'esecuzione di un comando, è possibile utilizzare il meccanismo trappola DEBUG (opens new window). Tuttavia, devi intrappolare il segnale DEBUG prima di inizializzare Starship! Starship può preservare il valore trappola di DEBUG, ma se la trappola viene sovrascritta dopo l'avvio di Starship, alcune funzionalità non funzioneranno.
function blastoff(){
    echo "🚀"
}
trap blastoff DEBUG # Trap DEBUG *prima* di eseguire starship
eval $(starship bash)

# Custom pre-prompt and pre-execution Commands in PowerShell

PowerShell does not have a formal preexec/precmd framework like most other shells. Because of this, it is difficult to provide fully customizable hooks in powershell. Tuttavia, Starship dà la limitata possibilità di inserire le tue funzioni nella procedura prompt-rendering:

Create a function named Invoke-Starship-PreCommand

function Invoke-Starship-PreCommand {
    $host.ui.Write("🚀")
}

# Cambia il titolo della finestra

Alcune shell prompt cambieranno automaticamente il titolo della finestra (ad esempio per riflettere la directory di lavoro). Fish lo fa per impostazione predefinita. Starship non lo fa, ma è abbastanza semplice aggiungere questa funzionalità a bash o zsh.

Innanzitutto, bisogna definire una funzione per il cambio del titolo della finestra (identica sia per bash che zsh):

function set_win_title(){
    echo -ne "\033]0; IL_TUO_TITOLO_QUI \007"
}

Puoi usare delle variabili per personalizzare questo titolo ($USER, $HOSTNAME, e $PWD sono le scelte più popolari).

In bash, impostare questa funzione per essere la precmd Starship function:

starship_precmd_user_func="set_win_title"

In zsh, aggiungi questo precmd_functions all'array:

precmd_functions+=(set_win_title)

Se ti piace il risultato, aggiungi queste righe al tuo file shell di configurazione (~/.bashrc o ~/.zshrc) per renderlo permanente.

Ad esempio, se desideri visualizzare la directory corrente nel titolo della scheda del terminale, aggiungi la seguente snippet al tuo ~/.bashrc or ~/.zshrc:

function set_win_title(){
    echo -ne "\033]0; $(basename "$PWD") \007"
}
starship_precmd_user_func="set_win_title"

You can also set a similar output with PowerShell by creating a function named Invoke-Starship-PreCommand.

# edit $PROFILE
function Invoke-Starship-PreCommand {
  $host.ui.Write("`e]0; PS> $env:[email protected]$env:COMPUTERNAME`: $pwd `a")
}

Invoke-Expression (&starship init powershell)

# Enable Right Prompt

Some shells support a right prompt which renders on the same line as the input. Starship can set the content of the right prompt using the right_format option. Any module that can be used in format is also supported in right_format. The $all variable will only contain modules not explicitly used in either format or right_format.

Note: The right prompt is a single line following the input location. To right align modules above the input line in a multi-line prompt, see the fill module.

right_format is currently supported for the following shells: elvish, fish, zsh.

# Esempio

# ~/.config/starship.toml

# A minimal left prompt
format = """$character"""

# move the rest of the prompt to the right
right_format = """$all"""

Produces a prompt like the following:

▶                                   starship on  rprompt [!] is 📦 v0.57.0 via 🦀 v1.54.0 took 17s

# Stile delle Stringhe

Le stringhe di stile sono un elenco di parole, separate da spazi bianchi. Le parole non sono sensibili alle maiuscole (cioè grassetto e BoLd sono considerate la stessa stringa). Ogni parola può essere una delle seguenti:

  • bold
  • italic
  • underline
  • dimmed
  • inverted
  • bg:<color>
  • fg:<color>
  • <color>
  • none

dove <color> è un colore specifico (discusso in seguito). fg:<color> e <color> attualmente fanno la stessa cosa, anche se questo potrebbe cambiare in futuro. inverted scambia lo sfondo e i colori in primo piano. L'ordine delle parole nella stringa non conta.

Il token none sovrascrive tutti gli altri token in una stringa se non fa parte di uno specificatore bg:, così ad esempio fg:red none fg:blue creerà una stringa senza stile. bg:none imposta come colore di sfondo quello predefinito così fg:red bg:none è equivalente a red o fg:red e bg:green fg:red bg:none è equivalente a fg:red o red. Potrà diventare un errore usare none in combinazione con altri token in futuro.

Uno colore specifico può essere uno di questi:

Se sono specificati più colori per il primo piano/sfondo, l'ultimo nella stringa avrà la priorità.